Bottega Veneta: marchio, designer, moda di lusso e storia

Bottega Veneta – Un marchio di lusso con una storia: Bottega Veneta è diventata nota e ha avuto successo grazie alla squisita maestria e alla straordinaria pelletteria. La pelle intrecciata che adorna borse, scarpe, complementi d’arredo, abbigliamento e ora anche accessori per animali è un simbolo del tradizionale marchio italiano. Dall’iconica trama Intrecciato ai modelli scultorei di scarpe, il marchio di lusso adotta un approccio di pulito understatement ed eleganza classica con le sue creazioni artigianali. Scopri tutto quello che devi sapere sull’etichetta e su come è diventata così popolare in primo luogo. Avrai anche una panoramica dei prodotti e delle collezioni più popolari.

Overview hide

L’officina veneziana

Nel 1966, gli imprenditori Michele Taddei e Renzo Zengario hanno fondato la loro etichetta a Vicenza, Italia. Il nome Bottega Veneta significa “bottega veneziana”. Fin dall’inizio, l’idea dei due imprenditori era di concentrarsi sulla produzione artigianale di articoli in pelle. Per questo motivo, i due svilupparono il modello di scherma in pelle tipico di Bottega, il cosiddetto “Intrecciato”. Alla fine degli anni Settanta, Taddei e Zengario si ritirarono dal business della moda e Laura Braggion, ex moglie di Taddei, prese la direzione creativa del marchio.

Un cambiamento significativo

Fino all’inizio degli anni ’80, il marchio si è sviluppato in un marchio di lusso di successo con numerosi clienti famosi, come Jaqueline Kennedy Onassis. Dopo il cambiamento di immagine e l’allontanamento della politica del no-logo alla fine degli anni ’80, tuttavia, anche il successo economico del marchio è diminuito fino a quando l’azienda in difficoltà è stata finalmente rilevata dall’allora Gucci Group, ora Kering, nel febbraio 2001. Il direttore creativo di Gucci, Tom Ford, ha poi nominato il suo conoscente Tomas Maier come capo designer di Bottega Veneta.

Cooperazione di successo

Dopo che il designer tedesco Tomas Maier ha assunto l’intero design del prodotto e del negozio, incluso il marketing, di Bottega, ha cambiato fondamentalmente il concetto del marchio. Fedele allo slogan “When your own initals are enough”, ha rimosso i loghi visibili dai prodotti del marchio e ha invece messo in primo piano il tipico motivo a treccia di pelle “Intrecciato” e la lavorazione artigianale. La sua prima collezione primavera/estate 2002 fu già un successo nel mondo della moda. Per questo motivo, ha ampliato la gamma negli anni successivi per includere una linea di gioielli, design di mobili e una varietà di profumi da donna e da uomo. Dopo diciassette anni di collaborazione, tuttavia, il marchio si è separato da Maier come capo designer e ha nominato l’ex direttore del design di Celine Daniel Lee come capo designer.

Progettisti noti dell’etichetta

Da Tomas Maier a Daniel Lee. Molti stilisti famosi hanno lavorato a Bottega Veneta.

Tomas Maier

Figlio di un architetto, Tomas Maier è cresciuto nel sud-ovest della Germania, nella Foresta Nera. Ha frequentato la Waldorf School e ha completato la sua formazione in una scuola di moda a Parigi prima di lavorare come libero professionista per diversi anni. I suoi datori di lavoro comprendevano grandi case di moda come Hermès, Guy Laroche e Sonia Rykiel. All’età di quarant’anni, Tomas Maier si è trasferito a Miami e ha iniziato a disegnare costumi da bagno con il suo nome. Insieme al suo partner, ha fondato la ‘Tomas Maier LLC’ e ha eliminato la ‘h’ dal suo nome per motivi stilistici. Nel 2001, su richiesta di Tom Ford, ha assunto il ruolo di capo designer di Bottega Veneta. È riuscito a sviluppare l’azienda di pelletteria in difficoltà in un marchio globale con l’aiuto della politica del no-logo e ad affermarsi nel segmento del lusso. Tomas Maier è considerato il più importante designer tedesco dopo Karl Lagerfeld.

Daniel Lee

Il designer Daniel Lee ha studiato al Central Saint Martins College of Art and Design di Londra. La sua collezione di laurea del 2011 ha già impressionato con look drappeggiati ad arte con motivi check e jacquard. Successivamente, lo stilista britannico ha lavorato per marchi noti come Maison Margiela, Balenciaga e Donna Karan. Da Celine, Daniel Lee ha trascorso sei anni come direttore del design della linea prêt-à-porter insieme a Phoebe Philo. Nel 2018, è poi succeduto a Tomas Maier come capo designer di Bottega Veneta per promuovere nuove prospettive e la modernità del marchio senza cancellare il passato.

Logo – puro understatement

I fan di Bottega Veneta conosceranno il motto del marchio: “Quando le tue iniziali sono sufficienti”. Il marchio non si è mai vantato del suo lusso. Questo è stato anche evidente nelle collezioni alla settimana della moda, che sono state caratterizzate da linee forti e disegni sicuri che contenevano solo il minimo indispensabile di abbellimenti – e niente di più. Maier ha preso la decisione di sostituire l’onnipresente logo con un sigillo di approvazione per l’artigianato negli anni ’90. “Ho sentito che c’era bisogno di un prodotto per le persone che non amavano i loghi. Così siamo tornati all’essenza del marchio: la morbida nappa, l’intreccio caratteristico e una borsa che si distingue solo per il modo in cui è fatta”.

“Quando le proprie iniziali sono sufficienti”

Fatti su Bottega Veneta

Ecco alcuni fatti interessanti sul marchio:

Logo pulito – Fatto 1

  • Puro understatement: Bottega Veneta è molto sobria con il suo logo ed etichetta solo l’interno. Caratteristica distintiva: la maglia di pelle.

Prodotto più popolare: Cabat Bag – Fact 2

  • Uno dei prodotti più popolari: la borsa “Cabat”. Fatto di pelle intrecciata, naturalmente.

Lusso senza tempo invece di tendenze effimere – Fatto 3

  • Bottega Veneta si concentra sul lusso senza tempo e non su tendenze di breve durata.

Puro artigianato – Fatto 4

  • Tutti i prodotti Bottega Veneta sono fatti a mano.

Forte generatore di entrate nel Gruppo Gucci – Fatto 5

  • Bottega Veneta è il secondo maggior generatore di entrate del gruppo Gucci.

Fondazione della Scuola della Pelletteria – Fatto 6

  • Nel 2006, Bottega Veneta ha fondato la Scuola della Pelletteria per preservare e tramandare l’artigianato dell’azienda per il futuro.

Borse griffate: Pochette Knot e borsa Cabat

La gamma del marchio italiano Bottega Veneta colpisce soprattutto per la sua straordinaria pelletteria. L’artigianato eccezionale e dettagliato, così come l’abilità tradizionale, sono combinati con l’innovazione più avanzata, con il risultato di un design per il cliente esigente e sicuro di sé.

Bottega Veneta ha una selezione super grande e bella di borse. Se stai cercando una borsa, controlla Bottega. La gamma di borse comprende cartelle, marsupi, pochette, borse shopper, borse Arco, zaini e molti altri. Le borse sono disponibili in una vasta gamma di dimensioni e colori. Tra gli altri, le borse sono disponibili nei seguenti colori: Verde. Blu, Nero, Bianco, Giallo, Rosso, Arancione, Lilla e Grigio. L’ampia gamma di borse permette di trovare la borsa ideale per ogni occasione nella gamma Bottega.

La frizione Knot

Disegnata per la prima volta nel 1980 e riproposta da Tomas Maier, la Box Clutch è fatta di strisce di pelle intrecciate a mano e presenta un’accattivante chiusura a nodo. Da allora fa parte di ogni collezione e, grazie alle sue numerose interpretazioni, è una delle borse più conosciute e popolari di Bottega Veneta.

Borsa Cabat

La borsa della prima collezione di Tomas Maier è ancora considerata un classico pratico e senza tempo del marchio. Massima maestria e molto tempo di lavoro per questa borsa in pelle nel tipico stile Bottega Intrecciato.

Il marsupio

Uno dei primi disegni del nuovo direttore creativo Daniel Lee – ‘The Pouch’. La morbida pelle di vitello drappeggiata in pieghe sul telaio distingue la borsa con la sua iconica forma voluminosa. Disponibile nelle misure mini e midi, il look senza tempo di questa borsa morbida la rende perfetta per essere mescolata e abbinata.

Scarpe versatili: punte quadrate

Da Bottega Veneta troverai un’ampia selezione di scarpe. Lo stilista ha attualmente più di 300 paia di scarpe nella sua gamma. Le scarpe per l’estate, l’inverno e la pioggia non sono un problema. Non importa per quale occasione hai bisogno di scarpe, troverai sempre il paio di scarpe perfetto nella casa di moda italiana. La casa di moda offre stivali al ginocchio, Chelsea boots, tacchi alti, stivali di gomma, pantofole, sandali, mocassini, stivali con tacco, pompe, sneakers e zeppe.

Dita quadrate

I tacchi a punta quadrata sono realizzati con la migliore pelle di vitello. Che si tratti di muli, sandali nudi con cinghie sottili o pompe in rete – le punte quadrate combinano la modernità con la tradizionale lavorazione della pelle.

I VIP indossano Bottega Veneta: Hailey Bieber e Kanye West

La modella statunitense Hailey Bieber indossa un elegante set di due pezzi verde. Il set consiste in un blazer verde corto e una gonna abbinata. Il blazer ha dettagli neri sul colletto che il modello ha ripreso e un “marsupio a catena” nero sulla spalla. Indossa un crop top nero, occhiali da sole neri e stivali neri sopra il ginocchio. Per finire il suo outfit, Hailey indossa orecchini d’oro e anelli d’oro da abbinare al cinturino d’oro della sua borsa.

Per abbinare la sua maschera nera, la top model statunitense Hailey Bieber indossa la versione corta dei “Tire Boots” in nero, che sono decorati con una suola rossa. Hailey ha indossato gli stivali con un blazer grigio oversize e pantaloncini in denim blu. Sotto il blazer indossa un top bianco.

Gli stivali non sono adatti solo alle donne. Gli uomini attenti allo stile indossano anche gli stivali di Bottega Veneta. Il rapper e stilista statunitense Kanye West aka Ye indossa i “Tire Boots” neri, che hanno una suola trasparente blu scintillante. Il rapper ha combinato gli stivali con una maglietta blu oversize e pantaloni di pelle marrone, che hanno degli spacchi alle caviglie in modo che gli stivali siano coperti dai pantaloni solo su un lato.

Flair italiano con le fragranze di Bottega Veneta

Gli incantevoli profumi di Bottega Veneta contengono fragranze della campagna della provincia italiana. Il cuoio entra spesso in una composizione come nota di profumo. Dalle composizioni speciali nascono opere d’arte profumiera fragranti, uniche e sensuali. Bottega Veneta ha fragranze esclusive per ogni occasione. Le fragranze del marchio italiano sono disponibili nei seguenti profumi: floreale, legnoso, fruttato, speziato, coriaceo, acquatico e fresco. I profumi di Bottega Veneta sono presentati in semplici flaconi. Tutte le bottiglie sono fatte a mano a Murano. I colori delle bottiglie riflettono le diverse collezioni di pelle del marchio di lusso.

Bottega Veneta Knot – Una sequenza mediterranea

L’ispirazione per la fragranza Knot di Bottega Veneta è stata la Riviera italiana con la sua leggera e rinfrescante brezza salina. Tomas Maier, il direttore creativo di Bottega Veneta, ha voluto catturare l’essenza della costa italiana con le sue note caratteristiche e gli accordi sfaccettati con il profumo Bottega Veneta Knot. Il maestro profumiere Daniela Andrier è riuscito a tradurre questa visione in un’esperienza olfattiva.

Bottega Veneta Pour Homme – Una rivelazione rustica

L’azienda dimostra la sua attenzione ai dettagli e all’artigianato non solo nelle sue creazioni in pelle, ma anche nelle sue creazioni di profumi. I maestri profumieri Daniela Andrier e Antoine Maisondieu hanno lavorato insieme per creare una fragranza che riflette perfettamente la filosofia di Bottega Veneta con i suoi ingredienti raffinati e unici – Bottega Venata pour Homme.

Accessori di tendenza: cinture & co.

Gli accessori Bottega per uomo e donna sono il modo perfetto per aggiungere il tocco finale al tuo outfit. Che sia semplice o accattivante. C’è sicuramente il pezzo perfetto per le vostre preferenze personali. Il marchio offre una buona selezione di gioielli come anelli, collane, bracciali, braccialetti e orecchini. Non solo sono disponibili in colori classici come l’oro e l’argento, ma come le borse e le scarpe, sono disponibili in beige, nero, blu, marrone, verde, grigio, rosa, viola, rosso, bianco e giallo. Oltre ai gioielli menzionati sopra, gli occhiali da sole e le cinture sono anche disponibili in diversi colori e forme.

La modella e attrice britannica Rosie Huntington-Whiteley indossa la cintura “Horsebit” con il suo outfit. Il suo outfit consiste in un blazer beige, un maglione bianco a collo alto e pantaloni di tessuto beige. Ha combinato l’outfit con una borsa bianca Bottega Padded e sandali neri con tacco alto. La cintura sorprendente dà all’outfit quel certo qualcosa.

Sfilate di moda a Milano e Detroit

Le sfilate di Bottega Veneta sono molto esclusive e si distinguono con look straordinari. Nel frattempo, anche Bottega Veneta ha avuto la sua prima sfilata in America.

Autunno / Inverno 2021 – A Milano

Alla sfilata di Milano, lo stilista Daniel Lee presenta la sua terza collezione. Lee ha catturato completamente l’attenzione dell’industria. Dopo aver segnato un primo successo con la borsa Pouch, una clutch che si è staccata dalla pelle Intrecciato della casa, questa stagione ha fatto il contrario: ha fatto suo l’Intrecciato. Solo le sue borse Intrecciato hanno una differenza. Sono double-face, cioè sono foderati e le strisce di pelle sono su entrambi i lati, quindi la stessa eccezionale lavorazione che si vede all’esterno della borsa è visibile anche all’interno. È il tipo di tocco modernizzante – apparentemente istintivo, ma in definitiva molto ponderato – che Lee abbraccia.

Primavera / Estate 2022 – A Detroit

Detroit potrebbe non essere la città a cui si pensa per prima come capitale della moda – è più conosciuta per la sua ricca storia musicale (la techno è nata lì) e, naturalmente, le automobili. Ma per una sera, redattori, stilisti e trend setter di celebrità si sono riversati nella Motor City per vedere la sfilata Primavera/Estate 2022 di Bottega Veneta. La presentazione in piccolo formato, Salon 03, è la terza collezione prêt-à-porter della casa di moda italiana ad essere mostrata nel suo nuovo formato non programmato ispirato alle piccole presentazioni couture dell’inizio del 20° secolo.

Q&A: Bottega Veneta

Chi è il capo designer di Bottega Veneta?

Il capo progettista è Daniel Lee.

Chi è il fondatore del marchio?

I fondatori sono Vittorio e Laura Moltedo.

In quale anno è stata fondata Bottega?

Nel 1966.

Dove si trova la sede di Bottega Veneta?

A Vicenza, Italia.

Qual è il marchio di fabbrica di Bottega Veneta?

Borse, cinture e scarpe di pelle intrecciata a mano.

Cosa è stato venduto di più?

La frizione Knot.

Marche come Bottega Veneta: Prada & Gucci

Cosa hanno in comune Gucci, Bottega Veneta e Prada? Tutte e tre le etichette sono marchi di moda italiani. Le marche italiane di alta moda offrono tutto ciò che il tuo cuore desidera.

Prada – profumo, scarpe, borsa e altro

Proprio come Bottega, gli articoli di Prada sono fatti a mano. Prada è anche un marchio ombrello del Gruppo Prada. Le sue filiali includono anche i marchi Miu Miu, Church’s, The Original Car Shoe e un caffè a Milano. Ottieni informazioni più dettagliate sul marchio italiano cliccando sul link.

Gucci: orologio, borsa, cintura, occhiali e scarpe

L’azienda di lusso Gucci è un marchio di fama mondiale per l’abbigliamento e gli accessori da donna, uomo e bambino. Scopri cosa significa Gucci e quali sono i prodotti popolari sul mercato nell’articolo collegato.

Ancora più marchi e designer di moda

Sei entusiasta dei marchi di lusso come Bottega Veneta e vuoi conoscerne ancora di più? Allora dai un’occhiata alla nostra Guida XXL e conosci le migliori marche di moda del mondo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento